pietrabruna festa della  lavanda

Pietrabruna il paese della lavanda

Dopo 30 anni si è riacceso il fuoco sotto il grande alambicco usato per fare la distillazione dell'olio essenziale di lavanda . Lo scopo dell’evento è quello di risollevare interesse intorno alla coltivazione della lavanda

Il 2 Agosto 2014 a Pietrabruna ha avuto luogo la Festa della lavanda. La giornata è iniziata con l’allestimento di un antico alambicco e con la distillazione della lavanda, operazione ripetuta nel pomeriggio alla presenza di numerosi turisti che hanno assistito, molto interessati all’affascinante processo. La raccolta era stata effettuata da un gruppo di pietrabrunesi , coadiuvati da alcuni stranieri residenti in paese, nei giorni precedenti, tagliando la lavanda nei campi circostanti. Durante tutta la giornata i turisti hanno potuto acquistare prodotti tipici nelle bancarelle dislocate nel centro storico, visitare la chiesa di San Matteo, l’oratorio della Santissima Annunziata, il museo etnografico e l’interessante mostra fotografica sulla storia della lavanda a Pietrabruna. Le foto esposte, realizzate dall’artista tedesco Bert Jager , vissuto in paese dal 1979 al 1993, testimoniano l’estensione dei campi coltivati in passato a Pietrabruna, probabilmente il maggior produttore di essenza di “lavandino” della provincia fino agli inizi degli anni ’80. L’ aperitivo offerto ai partecipanti, accompagnato dalle note di una fisarmonica, ha conclusa una giornata festosa, che ha premiato l’impegno dell’organizzazione, decisa a ripetere l'evento con cadenza annuale.

Video del giorno

Se continui ad utilizzare questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso,
leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando su 'Dettagli'.