trofeo dei bar 2019 vincitori2° EDIZIONE TORNEO DEI BAR……(O MEGLIO ATTIVITA’ COMMERCIALI)

 

2° EDIZIONE TROFEO DEI BAR 
VINCITRICE TORRE SARACENA
E' un bel torneo quello che accompagna la vigilia della befana, condizioni climatiche eccellenti e partite combattute dove nel girone strozzata la fa da padrone l'equilibrio con bel 8 pareggi su 14 sfide.

La seconda edizione del torneo dei bar di San Lorenzo al Mare vede il trionfo della Pizzeria Torre Saracena. La prima parte del torneo risulta essere molto equilibrata con diversi pareggi con l' aspetto tattico nettamente predominante,nella fase finale complice la stanchezza e la fame di molte squadre la Saracena con la sua forza e la sua concentrazione ha preso il largo. Finale a senso unico con un buon Nostromo arrivato al momento cruciale troppo stanco. Molto pallone,qualche bella giocata,pochi dribbling purtroppo persino le consuete rattelle sono ridotte all' osso,tanta forse troppa tattica ,strategie al limite del consentito ma le partite condotte dal duo Schiavon Astorino restano sempre entro i limiti della correttezza. Proprio quest' ultimo Raffaele Astorino è molto più di un arbitro, la sua carriera di arbitro che va verso i 50 anni di egregio lavoro ha accompagnato generazioni di calciatori,ha visto epoche diverse,scenari di vita diversi,ha arbitrato i padri per poi dopo anni conoscere i figli dare i primi calci.Deciso,presente e teatrale lo ringrazio per la sua competenza,la sua disponibilità e sopratutto la sua passione.Tornando al filo del torneo, Rizza migliore su tutti, Falone passa da 13 goal a Chi l' ha visto in un anno, Berardinucci non cambia mai, Gardani annuncia la vittoria da Camporosso portandosi il rigorista Bianco per poi prendere 10 goal in 10 minuti e finire rapidamente con le gambe sotto il tavolo,il duo Littardi-Balbo porta il Nostromo in finale, Longhi-Cantagallo si fermano al rigore sbagliato di Rainisio che gli priva la finale.Rivelazione Trucco che superato lo shcock della laurea ha ripreso colorito. Su tutti sempre Rizza motivato dal cambio lavoro. Bar a confronto,vite che si intrecciano,profumo di tradizione che colorano per qualche giorno la competizione,formato ciabattoni da sempre simbolo di San Lorenzo. La nostra è una terra dura,ruvida come il territorio e arroccata con la mente di chi pensa per sè,non nascondiamo che è spesso difficile scontrarsi con l' indifferenza e l' invidia però quando una sessantina di "semi-giocatori" decidono di aderire ad una manifestazione si è tutti molto contenti. Ringrazio i bar : Pinco e il Veliero,Emilio e la Torre Saracena,Mario e la Playa,Eleonora,Valerio e il Caffè del teatro, Nicola Massimo Biagio Balbi e il Peter Pan,Paolo,Pier e il Nostromo,Bera Ferry e l'Winston Churchill. Abbiamo visto ancora grandi tocchi e grandissima classe di Andrea Rudà un ragazzo rubato al calcio e alle sfilate il tatuatore Torinese da sempre legatissimo alla terra di Liguria con tre grandi passioni : il calcio,la pesca e l' oliva taggiasca. Ha risposto presente anche Mirketto D'Amore personaggio da sempre nel cuore dei SanLorenzini, pizzaiolo simpaticissimo ex promessa del calcio ponentino. Paolo Longhi,studente,lavoratore che dopo essere stato ad un passo dal calcio professionistico negatogli solo da due bruttissimi infortuni si è rimesso in gioco come preparatore atletivo sportivo,fisioterapista con metodi iper innovativi di allenamento sportivo e perfezionamento del fisico. Un lusso avere tra noi Maurizio Diliè ex portiere andato anche in tv da anni ormai amico della nostra vallata indiscusso re della movida e intramontabile latin lover. Questo sarà l' anno di Andrea Rizza. Un saluto anche a Luca Berardinucci e un benvenuto alla piccola Emma come da lui sottolineato nell' intervista stupenda novità dell' anno che gli abbozza un sorriso nel post gara ma non ha tolto al capitano dell Winston Churchill la solita maschera di "cattivo in campo" Ringraziamo Pier Balestra per le riprese,ringraziamo Elia per la cultura della brace, ringraziamo Bianca Grejciar Pojar neo segretaria della Prodeo per il "metodo" e la "disciplina" che ha portato. Purtroppo una tracheite ha fermato Biagio Balbi che ispirandosi a Signori avrebbe disegnato parabole imparabili per i portieri,lui rilancia la sua candidatura a grande favorito della sua classe nel rally di Andora. Un plauso anche ad Alessandro Magliano giocatore di movimento più avanti con l' età. Abbracciamo Giorgio Cavarero in Messico,Ciccio Merlo in castigo a Civitavecchia e il Sandy in galera a Milano.Arrivederci al prossimo anno. Andrea Rizza classe 1991.

 

Pin It

Video del giorno

Se continui ad utilizzare questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso,
leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando su 'Dettagli'.