IL VIDEO DEL GIORNO

locandina concertoe santa messa  di natale torre paponi 2022

La festa per celebrare il Santo Natale nel piccolo Borgo di Torre Paponi è stata aperta dal concerto di “Note Libere” la Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori la sera del 23 Dicembre è poi proseguita con la Santa messa di Natale la sera del 24 . Torre Paponi è a soli 4 km dalla costa, nella valle di San Lorenzo al mare tra Imperia e Sanremo, qui lontano dal natale consumistico della costa , gli abitanti poco più di 30, per mesi si preparano al meglio per celebrare il Santo Natale: i cantori hanno studiato e provato per dare il meglio di loro in questa notte, le donne del borgo hanno pulito e addobbato la chiesa, gli uomini hanno procurato la legna per il falò acceso nella Piazza tra la Parrocchia seicentesca ancora integra,e il vicino Oratorio dell'annunziata dove si riuniscono gli abitanti e gli amici del paese per scambiarsi gli auguri. Questo piazzetta fu definita dallo studioso Nino Lamboglia "un delizioso angolo di Liguria incorrotta...

 

La Santa Messa di Natale 2022 a Torre Paponi celebrata dal - Sac. Vijaya Kumar (Giuseppe) Madani

 
Il concerto di “Note Libere” la Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori la sera del 23 Dicembre
 
 
Il brano d’apertura è un concerto per quattro clavicembali (allegro, largo, allegro) Pianoforti solisti : Filippo Odobashi, Alessandro Viganò, Giuseppe Bianchi, Milana Zinatullina. La Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori “Note Libere” nasce a Sanremo nel 2013. Si tratta di un gruppo strumentale giovanile la cui età varia tra gli 8 e i 20 anni. I ragazzi si sono esibiti al Teatro Ariston di Sanremo nell’ambito della manifestazione La Giornata della Legalità, al Festival Internazionale della Musica FIM di Genova, alla Sala Estense di Ferrara, al Teatro di Tresigallo (FE), al Teatro Filodrammatici di Cremona, al Festival teatrale di Borgio Verezzi e in Francia (Île Sainte Marguerite, Menton, Le Cannet). Note Libere è risultata vincitrice dell’edizione 2013 del Concorso Internazionale Riviera dei Fiori. Note Libere ha partecipato al Premio Tenco 2017 al Teatro Ariston di Sanremo al fianco del cantante Giuliano Sangiorgi. L’Orchestra ha eseguito opere di notevole importanza e spessore artistico col Coro Troubar Clair: Sunrise Mass del compositore norvegese Ola Gjeilo, il Requiem di Gabriel Fauré e Septem Ultima Verba del compositore newyorkese Michael John Trotta esibendosi, in prima assoluta in Europa, sotto la bacchetta del compositore, a Napoli (Basilica di San Lorenzo Maggiore) e a Roma (Basilica Papale di San Paolo fuori le mura e Chiesa dei Santi XII Apostoli), riscuotendo sempre ottimi consensi di pubblico e di critica. Note Libere ha realizzato nel 2019 una serie di Concerti nella Provincia di Imperia con l’Orchestra Giovanile della Comunità europea di Bruxelles durante la Settimana Santa. A ottobre 2020 l’Orchestra ha realizzato una serie di Concerti dedicati alle vittime del Covid. L’Associazione ha siglato per l’anno scolastico 2021-22 una Convenzione con il Liceo “Giandomenico Cassini” di Sanremo. A ottobre 2021 Note Libere ha partecipato alle tre serate del Premio Tenco al Teatro Ariston di Sanremo suonando con tre ensemble in formazione di quartetti d’arco. Recentemente l’Orchestra ha registrato un video dedicato a Vasco Rossi in un arrangiamento jazz di “Vita spericolata” presso la Tenuta Colombera di Alassio (SV).

Ave Maria di F.P.Neglia eseguita da Note Libere la Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori

 

l'Ave Maria di Francesco Paolo Neglia, dedicata ai nipoti e pronipoti del compositore presenti in chiesa : la sig. Neglia con i figli Barbara, Fabio e Paolo Di Massa , titolari della Diemme Fiori sponsor del concerto.
Nato a Castrogiovanni (l'odierna Enna) il 22 maggio 1874, emigrò in Germania, trasferendosi nel 1901 ad Amburgo. I tedeschi apprezzarono le doti direttive del musicista affidandogli la direzione d'orchestra dei Musik Freunde di Amburgo e appoggiarono l'iniziativa di aprire un conservatorio per i loro figli. Nacque presto il Neglia Conservatorium, che vantava oltre i 500 iscritti. Il lavoro di Neglia non fu solo quello del didatta e del direttore d'orchestra: compose anche delle opere. Nel 1912 presentò la Seconda Sinfonia in Re minore e l'anno seguente i Tre Quadri di Vita Veneziana.

Al suo ritorno in patria, per effetto della morte del padre che coincise con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale (1914), fu accolto con scarso entusiasmo dai suoi concittadini. Infatti gli abitanti di Castrogiovanni erano sospettosi di questo figlio che aveva vissuto una condizione d'agiatezza in Germania e che portava in patria una moglie tedesca e tre figli nati in Germania. La città di Castrogiovanni ostacolò in tutti i modi gli sforzi musicali e professionali che Neglia ottenne fino a quel momento. Grazie alla curia riuscì ad ottenere il posto di direttore d'orchestra della cattedrale. Fu così che iniziò l'opera di riorganizzazione della musica sacra che, durante la sua assenza, non svettava particolarmente. Le ostilità dell'orchestra però furono pesanti e quelle dei concittadini non furono da meno. La moglie non poteva uscire di casa perché veniva additata come spia tedesca e i figli venivano presi a sassate. Ben presto Neglia fu relegato al ruolo di scribacchino del comune e la sua posta privata fu messa sotto sequestro per timore che ricevesse sovvenzioni dagli austriaci per i servizi di spionaggio resi ai tedeschi.

Neglia trovò un po' di serenità soltanto quando si trasferì a Caltanissetta, dove poté dirigere l'orchestra nissena. La sua voglia di riprendere una carriera lo portò a trasferirsi a Legnano. Prese il posto come insegnante elementare e fu il primo musicista italiano a prospettare l'inserimento della musica in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Fondò il Liceo Musicale "Verdi" di Milano, dove insegnarono personaggi illustri. Nella città lombarda completò la sua unica opera lirica, Zelia, e scrisse l'ultima sua opera, il Trio per violoncello, violino e pianoforte. Morì a Intra il 31 luglio 1932.

A.Vivaldi Concerto per quattro violini Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori “Note Libere”

 
il brano del video è un concerto per quattro violini, violini sonisti Valeria Zinatullina , Umberto Bianchi Milana Zinatullina e Giovanni Battista Norberti

Vivaldi il Riposo per il Santissimo Natale Note Libere Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori

 

 
il violino solista Anna Odobashi esegue di Antonio Vivaldi : Il Riposo per il Santissimo Natale (allegro, adagio, allegro)

Arcangelo Corelli "Concerto fatto per la notte di Natale"

 

Con questa splendida musica del periodo barocco si chiude appunto la parte barocca del concerto, il brano "Concerto Fatto per la Notte di Natale" di Arcangelo Corelli, musicista italiano nato a Fusignano nel 1653 e morto a Roma nel 1713. E' vivace-grave, allegro, adagio-allegro-adagio, vivace, allegro pastorale. largo violini solisti Min Wei ed Elisabetta Cresta Violoncello solista Filippo Odobshi.

L. Moore Pachelbel's Christmas

 
La seconda parte natalizia del concerto si apre con questo brano di L.Moore Pachelbel's Christmas

J .Curnow Sleigh Ride

 

 

Leroy Anderson A Christmas Festival

 

 

Video finale

 

In questo ultimo video dedicato all'evento i ringraziamenti dell'architetto Rino Papone, l'intervista di Emanuela a Martinelli : Luna Maffe', Alessandra Cassano, Giuseppe Bianchi,
Professoressa: Cristina Orvieto professore: Fabrizio Ragazzi, la sorpresa finale e il bis conclusivo del concerto.
 
 

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.