alta via pastori transumanti

Presente e passato si fondono insieme sull’Alta Via di Monti Liguri , In questo video l’architetto Roberto Amoretti ci farà scoprire gli ultimi pastori transumanti e la storia del rifugio la Terza. L’Alta Via dei Monti Liguri è fatta da migliaia di chilometri di sentieri e mulattiere, percorribili tutto l’anno, che collegano le estremità della riviera ligure da Ventimiglia a Ceparana, dalla Provincia di Imperia alla Provincia di La Spezia, e qui alle pendici del Monte Saccarello l’Alta Via si incrocia con L’Alta Via del Sale una spettacolare strada bianca ex-militare sulle Alpi del Mare, che si snoda tra i 1800 e i 2100 metri di quota, lungo lo spartiacque alpino principale presso il confine italo-francese che da Monesi porta a Limone. Su questi percorsi si incrociano e si fondono insieme storie passate e presenti , qui si possono incontrare chi come i pastori transumanti Claudio e il figlio Simo di soli 7 anni che partito dal pendici del Monte Faudo si reca a Upega per la stagione dell’alpeggio o chi come la Famiglia Porro ha recuperato il vecchio edificio dell’arrivo della seggiovia Monesi Monte Saccarello per trasformarla in un bellissimo rifugio alpino “La terza”. Al termine del video l’intervista con i mitici pastori Piero Alberti , Sergio Baudino, e Aldo Lo Manto che ci raccontano la vita dei pastori tra contraddizioni e speranze.

 

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.