torre torrazza2La Torre Saracena di Torrazza

Christian Flammia con la sua rivista culturale " Alle origini della nostra civiltà ", ci porta in Provincia di Imperia, in Val Prino, per visitare la torre saracena di Torrazza.

La lapide posta all'ingresso del bastione ricorda che : " In questa antica torre la notte del 18 maggio 1562, gli uomini di Torrazza resistettero all'attacco dei Turchi di Hasan Kelly e Ulugh Ali, luogotenenti di Draghut, assistendo al lacrimevole saccheggio del loro paese".

torre torrazza6

Ci ha accompagnati nella visita Giuse Barla, appassionato di cultura locale, che, in esclusiva per i nostri lettori, ci ha raccontato la storia e il valore storico di questo meraviglioso manufatto: " Questa torre, come quella di Prarola e di Dolcedo e molte altre, fu costruita con lo scopo di difendersi dalle incursioni

giuse barla torrazza2

                                   Giuse Barla

Durante il XVI secolo, le nostre coste furono prese d'assalto, a più riprese, da gruppi barbareschi i quali, sopratdei saraceni.tutto nei periodi estivi, sbarcavano in Liguria per fare razzia di ogni cosa e uomini. Nel 1562, in particolar modo, il saccheggio fu alquanto violento, causò la morte di una decina di persone, la distruzione totale del paese e la deportazione di una quarantina di concittadini, soprattutto giovani donne. 

torre torrazza5

Per questo motivo la torre rappresenta per noi abitanti di Torrazza e della Val Prino un simbolo di difesa, resistenza e, perchè no, di orgoglio. Il torrione èmeta, tutto l'anno, di tantissimi turisti ed è anche utilizzato per matrimoni, è pertanto un " luogo vivo ".

torre torrazza42

Infine, la torre saracena di Torrazza fa parte di un itinerario culturale e turistico che comprende, tra le tante sorprese, il vecchio mulino del '700, recentemente ristrutturato, l'antico beudo, straordinaria opera idraulica ancora intatta, il fascinoso ponte romanico di San Martino a Clavi e la Chiesa di San Giorgio, consacrata nel 1001. La nostra Associazione della Val Prino, da diverso tempo, si è fatta promotrice di organizzare ed accompagnare numerose scolaresche a visitare questi luoghi, allo scopo di lanciare ai giovani studenti il messaggio che “ solo conoscendo il territorio e la sua storia, lo si può veramente amare"ponte romanico clavi31

Christian Flammia

 [bt_slider uid="1502798519-5992e2b74b27c" target="_blank" width="0" crop="no" thumbnail_width="800" thumbnail_height="600" show_title="no" centered="yes" arrows="yes" pagination="bullet" autoplay="5000" speed="600"][bt_image src="/images/bt-shortcode/upload/torre_torrazza9.jpg" title="torre_torrazza9.jpg" link="" parent_tag="slider"] [bt_image src="/images/bt-shortcode/upload/torre_torrazza7.jpg" title="torre_torrazza7.jpg" link="" parent_tag="slider"] [bt_image src="/images/bt-shortcode/upload/torre_torrazza3.jpg" title="torre_torrazza3.jpg" link="" parent_tag="slider"] [bt_image src="/images/bt-shortcode/upload/ponte_romanico_clavi2.jpg" title="ponte_romanico_clavi2.jpg" link="" parent_tag="slider"] [bt_image src="/images/bt-shortcode/upload/ponte_romanico_clavi1.jpg" title="ponte_romanico_clavi1.jpg" link="" parent_tag="slider"][/bt_slider]

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.