rivieradeifioritv

IL PROGETTO DI PROMOZIONE TURISTICA Riviera dei Fiori Tv

La realtà del mercato odierno ci dimostra che aumenta sempre di più la figura del “turista” che sceglie la propria meta sulla base di un insieme di servizi che siano in grado di soddisfare il suo desiderio di “benessere” e che lo stimolino verso nuove conoscenze.

Per questo tipo di turismo, non sicuramente di massa, il concetto di benessere è molto più vasto rispetto al semplice fattore fisico ma è la ricerca di uno stato di piacevolezza che tocca tutti gli aspetti della vita quali il piacere enogastronomico, il gusto della scoperta di angoli di cultura poco conosciuti, la possibilità di divertimento, la piacevolezza del relax.

Per poter rispondere in maniera adeguata a questa richiesta è chiaro che oggi non è più sufficiente porsi sul mercato in modalità autonoma secondo una pura logica di campanile
In parallelo, lo stesso mercato ci dimostra che non è altrettanto sufficiente demandare la propria attività di promozione  ai vari enti istituzionale quali provincia, regione o stato oppure ai grandi consorzi di settore che coprono fasce molto larghe. 
Infatti questi enti per loro natura non devono e non possono enfatizzare un territorio piuttosto che un altro ma devono promuovere tutto l’ambito di loro competenza nella sua complessità, lasciando a poi a ciascuna entità rendere visibile la loro capacità di attrazione turistica. 
Di conseguenza, si può dire che esiste uno spazio intermedio su cui poter andare ad operare e che può vedere una sana cooperazione fra Enti pubblici ed Operatori Privati ed è quello relativo al proprio Territorio, cioè quell’area che vede coinvolti un insieme di comunità, enti ed attività produttive che convivono ed operano in un ambito ben preciso, condividendo gli usi e costumi, pur con le proprie differenze. 
Questo concetto si traduce nella nostra realtà con l’area della Riviera dei Fiori e della Costa Azzurra .
Ecco quindi che sposare questo concetto significa pensare ad un progetto di valorizzazione di più alto livello che non si appiattisce su quello del singolo comune, ad esempio San Lorenzo al mare, oppure che si aggrega in maniera passiva al progetto di promozione provinciale,
 o intercomunale Si tratta cioè di rilanciare un Marchio Collettivo in questo caso Riviera dei Fiori che svincola il territorio dal concetto di ENTE ma bensì diventa evocativo del territorio in sé, evidenziandone i punti di forza in termini di accoglienza, servizi, opportunità indipendentemente dalla loro localizzazione nell’ambito del territorio stesso.
Infatti rilanciare un Marchio Collettivo non significa sviluppare uno studio grafico, ma bensì sviluppare una precisa strategia di marketing che da un lato coinvolga le aziende del territorio e dall’altro promuova la realtà locale sui mercati nazionali e internazionali.
L'obiettivo principale è quello di contraddistinguere e diffondere i prodotti e i servizi realizzati ed erogati nel territorio  elevandone la loro conoscenza e le loro opportunità commerciali al fine di diffonde la conoscenza del territorio; agevolare l'attrazione turistica;
favorisce concretamente gli obiettivi di profitto aziendale delel singole realtà economiche;
 sollecitare investimenti esogeni con conseguenti benefici economici per tutta la comunità. 
D’altra parte è chiaro che una iniziativa del genere deve agire in sinergia ed in sintonia con i piani di promozione del territorio identificati a livello Provinciale e Regionale e dalla Camera di Commercio, diventandone parte integrante.
 Per dare vita dal punto di vista operativo a questo progetto di Identità Territoriale mantenendo da un lato un livello di investimento sufficientemente adeguato e dall’altro ottenere una visibilità adeguata ai vari livelli (locale, regionale, nazionale ed internazionale) e considerando anche la tipologia di turismo che si vuole andare ad approcciare, si propone la realizzazione di un portale web in cinque lingue(italiano, inglese, francese, tedesco, russo) integrato con una web tv 
E’ chiaro che di per se l’idea non è innovativa, ma la differenza consiste nel concepire tale portale e web tv come un vero strumento di Marketing Territoriale, visto più come un progetto di Comunicazione che non un portale di booking, realtà verso cui sono principalmente orientati i portali dei consorzi di settore.
In realtà il portale e la web tv dovranno essere lo strumento principe della comunicazione del territorio nella sua interezza, capace di presentarne i punti di forza in termini di ambiente, cultura, accoglienza e servizi, evidenziando anche la vicinanza a realtà dal brand più forte (vedi Sanremo e Costa Azzurra) visto come elemento di valorizzazione della scelta di stare su questo territorio.
Questi aspetti qualitativi generali dovranno essere integrati con la descrizione puntuale degli operatori in grado di fornire al turista un bouquet di servizi (dove dormire, dove mangiare, dove comprare, dove divertirmi...) il più completo possibile e per lui soddisfacente.
 Affinché questo progetto abbia reali possibilità di successo è necessario che le componenti pubblica e privata decidano di cooperare in maniera stretta, cioè coinvestendo con quote pro- capite sin da subito, senza basarsi esclusivamente su eventuali contributi pubblici, a cui si potrà e si dovrà sicuramente attingere.
Da questo punto di vista, l’utilizzo di un mezzo avanzato quale internet fa sì che i costi di investimento tecnologico siano prossimi allo zero per cui si può dire che il vero investimento va fatto su se stessi nella volontà di partecipare attivamente a questo progetto.

Pin It

Se continui ad utilizzare questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso,
leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando su 'Dettagli'.