i romanov a Sanremo

Sanremo un libro In memoria dei Romanov, a cent’anni dal martirio

La distruzione della dinastia romanov era una passo necessario all’interno del diabolico piano di costituzione del mostruoso regime sovietico,un regime che mostrerà negli anni successivi al mondo l’aspetto più brutale e disumano dell’ideologia marxista-comunista, il cui principale obiettivo è dichiaratamente quello di stravolgere l’ordine naturale del vivere sociale, sia materiale che spirituale, per realizzare un utopico mondo senza problemi.

Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, a cento anni esatti della tragica notte in cui fu trucidata tutta la famiglia  romanov, nell’ambito dell’anno dedicato alla cultura russa in Italia, in collaborazione con il Club Unesco di Sanremo  Raffella Ranise ha presentato , in anteprima il suo nuovissimo libro:” : "I Romanov, storia di una dinastia tra luci ed ombre (Marsilio). Ha partecipato all'evento il Presidente dell’Unesco Sanremo, Ing. Ciro Esse. Ha dedicato all’evento un ‘opera la pittrice Antonella Cotta raffigurante la chiesa russa di sanremo. Nel teatro dell'opera erano presenti immagini parte della collezione privata del Museo della Moda e del Profumo Daphnè di Sanremo.

Il testo ripercorre i trecento anni della leggendaria dinastia dei Romanov in un racconto con al centro grandi figure, zar e zarine che hanno portato l'impero a brillare nello scenario europeo e occupare dimensioni mai viste. Pietro il Grande, con la passione dell'Occidente, Elisabetta, la Semiramide del Nord, Caterina II, la zarina attratta dagli ideali dell'Illuminismo: le vicende dei protagonisti sono dominate da sete di potere, debolezze, intrighi di ogni sorta e fatti inaspettati, che rendono la loro storia irresistibile e il fascino senza tempo. Tuttavia questo mondo dorato arriverà all'epilogo più atroce, perché l'intera famiglia reale verrà trucidata a Ekaterinburg, in una notte di luglio di cento anni fa, e per molti anni il segreto di quei corpi sarà accuratamente nascosto. (Dalal Presentazione)

Raffaella Ranise nata a Imperia, si è laureata in giurisprudenza all’Università degli Studi di Genova. Ha collaborato alla cattedra di Diritto del lavoro della stessa Università presso il polo imperiese. Da alcuni anni si dedica alla scrittura. Ha pubblicato, insieme a Giuseppina Tripodi, Rita Levi-Montalcini: aggiungere vita ai giorni (Longanesi 2013) e per Marsilio Noi un punto nell’universo. Storia semplice dell’astronomia (con la collaborazione di Francesca Matteucci, 2017)

Pin It

Se continui ad utilizzare questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso,
leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando su 'Dettagli'.