generale Mario Mori foto

 

Il Generale Mario Mori con il colonnello Giuseppe De Donno, il tenore Fabio Armiliato, il prof., Francesco De Nicola , il presidente del Laboratorio di Lettura del Viesseux di Firenze, on Riccardo Nencini, l’omaggio a Farfa
costituiscono,a luglio, i cinque appuntamenti del ciclo “Una sera con i Martedì Letterari” .
L’offerta d’intrattenimento estiva del Casinò dedicata a residenti e turisti non poteva prescindere dai momenti culturali che a luglio presentano diversificati appuntamenti serali. I Martedì Letterari continuano su tematiche sempre attuali dalla musica alla cultura della legalità, alla poesia all’omaggio al Futurismo di Farfa . A completare il programma un’interessante anteprima nazionale che verrà presentata in collaborazione con il Gabinetto di Lettura del Viesseux
La rassegna estiva dei Martedì Letterari, curata da Marzia Taruffi, si apre martedì 2 luglio ore 21.00 nel teatro dell’Opera con l’omaggio a Vittorio Osvaldo Tommasini nel sessantennale dalla morte che avvenne a Sanremo.
In collaborazione con l’Accademia della Pigna di Sanremo viene presentato il volume “Farfa a Sanremo” (Lo Studiolo). Interventi di Stefania Stefanelli, Fabio Barricalla, Freddy Colt, Marco Innocenti.

Giovedì 11 luglio alle ore 21 nel teatro dell’Opera l’on. Riccardo Nencini, presidente del Laboratorio di Lettura del Viesseux di Firenze illustra in anteprima nazionale il romanzo”Ogni storia d’amore è una fine (Mondadori) di Aura Cenni e Lorenzo Donati . Si tratta di un’opera destinata a divenire un caso letterario.

Il 16 luglio alle ore 18.30 il prof. Francesco De Nicola presenta il suo saggio
“Camillo Sbarbaro. La poesia è un respiro. Lettere a Giovanni Descalzo”(Edizioni Ares).
Solitamente conosciuto per l'aspetto malinconico e solitario, Camillo Sbarbaro (1888-1967) è stato in realtà uno dei più grandi scrittori che la Liguria ha dato al Novecento, come attesta la sempre maggiore attenzione
della critica. In questo libro, Francesco De Nicola offre ai lettori un ritratto inedito e privo di definizioni univoche di un autore che trovò nella scrittura la principale ragione di vita. Scrivere era per lui un'estensione di sé, un'esigenza interiore e privata. Senza nutrire ambizioni di gloria, Sbarbaro si è di fatto tenuto fuori dall'ambiente letterario, ma è stato proprio questo "scrivere per vivere" che lo ha reso un personaggio raro, se non unico, nel mondo letterario italiano del Novecento: del tutto originale nel vivere le sue alterne vicende umane e nello scrivere pagine che oltrepassano il tempo e che, ancora oggi, sono in grado di coinvolgere il lettore.

Mercoledì 24 luglio ore 21.00 Ciclo la Cultura della Legalità il Generale Mario Mori presenta il volume:” M.M nome in codice Unico.” ( La Nave di Teseo ) Partecipa il col. Giuseppe De Donno .
Da un uomo delle istituzioni che le istituzioni stesse hanno provato a infangare, la verità su sessant’anni di storia italiana, il libro bianco dei misteri della Repubblica.
Il generale Mario Mori ha vissuto la storia dell’Italia degli ultimi quarant’anni in posizioni chiave: ha conosciuto la violenza del terrorismo e della criminalità organizzata, gestendo i mesi caldi del sequestro di Aldo Moro e dell’omicidio dalla Chiesa, ha fondato il Raggruppamento operativo speciale (ROS) dei carabinieri con cui ha combattuto la mafia in Sicilia, ha condotto l’operazioneche ha portato all’arresto del boss Totò Riina, ha diretto i servizi segreti, ha subito un processo ventennale da cui è stato, infine, pienamente assolto in Cassazione. Un uomo di stato finito in una persecuzione giudiziaria e mediatica che ne fanno il “caso Dreyfus” italiano. Per la prima volta, Mori racconta in prima persona i principali eventi di questo percorso, espone la
sua verità e svela molti segreti italiani: dalle infiltrazioni nella colonna romana delle BR ai fondi neri del SISDE, dai retroscena della lotta alla camorra e alla mafia agli intrecci perversi tra criminalità organizzata, imprenditoria e politica.
Prefazione di Giovanni Negri.

Il generale Mori con il colonnello Giuseppe De Donno affronteranno le tematiche contenute nel saggio “La verità sul dossier mafia Appalti (Piemme)

Il 30 luglio alle ore 21.00 nel teatro, nell’ambito del ciclo “Letteratura e Musica”. Il Tenore Fabio Armiliato presenta l’opera : Una vita in canto (alchimia della musica edizioni De Ferrari) . Percorso autobiografico tra
didattica misticismo e carriera di un tenore alla ricerca di se stesso attraverso il canto. Partecipa il soprano Fiorella De Luca.

Una sera d’estate con i Martedì Letterari Martedì 2 luglio ore 21.00
Nel sessantennale dalla morte di Vittorio Osvaldo Tommasini In collaborazione con l’Accademia della Pigna di Sanremo Farfa a Sanremo (Lo Studiolo)
Interventi di: Stefania Stefanelli, Fabio Barricalla, Freddy Colt, Marco Innocenti.

 

Premio Letterario Internazionale Casinò di Sanremo Antonio Semeria
Sabato 14 settembre - Teatro dell’Opera ore 16.00 Sezione Narrativa
Sabato 9 novembre -teatro dell’Opera ore 16.00 sezione Saggistica

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.